ACETO BALSAMICO TRADIZIONALE DI REGGIO EMILIA – BOLLINO ARGENTO / AFFINATO

90,00

AFFINATO (oltre 15 anni)

consorzio-aceto-balsamico-logo-aragosta

L’Aceto Balsamico tradizionale di Reggio Emilia DOP – Bollino Argento, è adatto a piatti dove il dolce si abbina all’amido della pasta.

Il suo profumo intenso e ricco, con una garbata tendenza al dolce, si esalta a crudo su piatti dolci o salati. Ideale per accompagnare bollliti o piatti di pesce, il suo lungo invecchiamento nelle antiche botti (superiore ai 15 anni) lo rende perfetto in abbinamento a fois gras, formaggi piccanti o stagionati, primo fra tutti il grande Classico Parmigiano Reggiano.

Sul fuoco L’Aceto Balsamico tradizionale di Reggio Emilia DOP – Bollino Argento diventa un gustosissimo compagno del filetto di manzo, ed è prezioso per mantecare il risotto, specialmente se con verdure o scampi.

Volume 100 ml

L’Aceto Balsamico Tradizionale di Reggio Emilia D.O.P. si estrae dalle botti dopo un invecchiamento minimo di 12 anni e, dopo essere stato sottoposto al giudizio di maestri assaggiatori, riceve la classificazione nei tre diversi bollini: aragosta, argento e oro. La suddivisione avviene attraverso criteri rigidissimi, fissati dal disciplinare di produzione e a seconda delle caratteristiche visive, olfattive e gustative.

In pochi casi come per l’Aceto Balsamico Tradizionale, la sua storia “è il prodotto”. 
Sono infatti molti secoli che questo frutto dell’ingegno e della passione dell’uomo onora e caratterizza le tavole più fortunate e sapienti. Le sue antiche origini in gran parte sconosciute, circondano di mistero l'”aceto più speciale del mondo”, la prima idea e le tecniche per farlo, i modus operandi tramandati per generazioni di padre in figlio, che oggi chiameremmo know how.

È più che aceto: è un condimento.
Ed è più che balsamico: è tradizionale.
È l’Aceto Balsamico Tradizionale di Reggio Emilia.
Già nelle parole del suo nome c’è il segreto della sua unicità:
“Balsamico” perché anticamente era il medicamento di re e imperatori. Oggi è il condimento d’eccellenza.
“Tradizionale” perché discende da una storia secolare;
“di Reggio Emilia” perché nasce in uno dei territori italiani a più alta vocazione di gusto.

Peso 0.7 kg